Cambiare per adattarsi al cambiamento, il presidente CIDAS Daniele Bertarelli all’Assemblea di Legacoop Estense

150 cooperatori riuniti in Sala Estense per “costruire il futuro della cooperazione”.

Il presidente CIDAS e vicepresidente di Legacoop Estense Daniele Bertarelli è intervenuto in occasione dell’Annuale Assemblea di Legacoop Estense davanti a più di 150 cooperatori di Ferrara e Modena, riuniti in Sala Estense nel centro cittadino.

Un incontro che ha visto la presenza anche dei presidenti Legacoop Emilia-Romagna Daniele Montroni e Legacoop nazionale Simone Gamberini.

Il Presidente Bertarelli, nell’ambito della tematica “Immagina”, scelta per identificare gli appuntamenti  su tutto il territorio, ha portato l’esperienza di CIDAS in materia di fusioni, illustrando la più recente in ordine di tempo, che riguarda la Cooperativa Le Pagine.
La fusione è una delle strade percorribili per affrontare scenari socio-economici sempre più dinamici e complessi, in quanto permette di creare rapidamente valore grazie all’arrivo di nuove risorse e nuove competenze, opportunità per nuovi servizi e espansione in nuovi territori.

Le fusioni che si sono succedute nella storia di CIDAS dal 2007 con Residence Service, nel 2018 con Camelot e oggi con Le Pagine, sono state fondamentali per favorire lo sviluppo del mondo cooperativo, sostenendo l’innovazione e cercando di ridurre l’impatto dei costi generali.
Oggi CIDAS, grazie al patrimonio umano e di competenze acquisito nel corso degli anni, rappresenta una realtà solida con una previsione di fatturato per il 2024 di 79 milioni, 1.907 lavoratrici e lavoratori, 1.116 socie e soci, l’83,50% di personale femminile e l’80,23% di contratti a tempo indeterminato. Una cooperativa che lavora in 7 regioni e 21 province offrendo servizi in 8 settori diversi.

Se si pensa agli inizi di CIDAS, creata per offrire servizi alle persone con disabilità e alle loro famiglie, e la si guarda oggi, è possibile comprendere il grande valore della cooperazione.

Le sfide a venire sono ancora tante, dalla scarsità di manodopera, all’aumento dei tassi di interesse, passando per l’aumento del costo delle materie prime e dei costi energetici – come sottolineato anche dal Presidente di Legacoop Estense Paolo Barbieri – ma insieme possono essere affrontate  e superate.