CIDAS parte del Progetto “L’autonoMIA cresce insieme”per l’inclusione sociale e lavorativa delle persone con disabilità del Comune di Ferrara

Dieci posti ricavati in due gruppi appartamento per aumentare la capacità di risposte in tema di inclusione sociale e lavorativa delle persone con disabilità. È la sintesi del progetto “L’autonoMIA cresce insieme” che il Comune di Ferrara attuerà dopo aver intercettato quasi 600mila euro nell’ambito della linea di investimento 1.2 del Pnrr, Missione 5 componente 2, destinata a finanziare progetti personalizzati e partecipati di autonomia per i disabili. 

CIDAS gestione un gruppo appartamento, in particolare quello dedicato alle disabilità fisiche e ci occuperemo della parte degli inserimenti lavorativi anche in relazione del settore inserimento lavorativo (progetto AIAS). Nel pomeriggio di domani il settore disabilità incontrerà, a tal proposito, gli enti datoriali nell’ambito del progetto AIAS che si chiama ‘Lavorare in rete’.

“L’autonoMIA cresce insieme” è stato predisposto con l’idea di coinvolgere 10 beneficiari da inserire in due gruppi appartamento e per i quali sviluppare azioni personalizzate e un percorso di formazione, anche digitale, che aiuti l’inserimento lavorativo delle persone. I gruppi sono realizzati in uno stabile messo a disposizione dal Comune attraverso Acer, in una zona ad alta densità di servizi. I 10 cittadini individuati, per ciascuno dei quali un’equipe multidisciplinare ha il compito di stilare un progetto personalizzato che specifica gli obiettivi da raggiungere, saranno quindi divisi in due unità abitative: una da 6 posti dedicata a chi soffre di disabilità cognitiva e una da 4 per chi ha disabilità motorie. In quest’ultimo appartamento saranno installati anche sensori e ausili domotici, a scopo di rendere l’abitare il più possibile autonomo.

l progetto è stato anche oggetto di un patto di co-responsabilità, proposto alla giunta dall’assessore Coletti, che definisce i ruoli delle associazioni che hanno collaborato con l’Amministrazione già a partire dalla predisposizione della proposta. La sottoscrizione coinvolge l’associazione Casa & Lavoro Aps, Cidas, Coop. Sociale Riabilitare, Coop. Serena, Esercizio Vita e Coop. Integrazione Lavoro. Per portare a compimento “L’autonoMIA cresce insieme” sarà coinvolta anche l’Ausl. “Un altro esempio di sinergia positiva fra gli Enti del Terzo Settore, le componenti sociali e sanitarie, che crea benessere diffuso a tutte le fasce della popolazione” nota l’assessore Coletti.

Rassegna stampa

Cronaca Comune

Estense.com

La Nuova Ferrara