L’Arcivescovo Monsignor Perego in visita alla Cooperativa Sociale CIDAS

Monsignor Perego assieme ad alcuni membri della direzione della Cooperativa

Un incontro per costruire collaborazioni a favore del territorio e delle fasce sociali più deboli

Il 9 maggio scorso l’Arcivescovo di Ferrara e Comacchio, Monsignor Gian Carlo Perego, accompagnato da Don Francesco Viali, Direttore dell’Ufficio Diocesano Pastorale sociale e lavoro si è recato in visita alla sede della Cooperativa sociale CIDAS dove ne ha incontrato il Presidente Daniele Bertarelli, il Vice Presidente Cristiano Capisani e una rappresentanza della direzione della Cooperativa.

L’incontro si è realizzato in un confronto sulle tematiche di emergenza sociale che caratterizzano il nostro territorio e che si sono aggravate a causa della pandemia.
Si è avviato un promettente dialogo orientato all’esplorazione di possibili collaborazioni che possano far convergere risorse e competenze su obiettivi condivisi e la finalità comune di portare sollievo e sostegno alla comunità e in particolare ai suoi elementi fragili.

“I principi e l’etica della cooperazione guidano il nostro operato, ci impegniamo quotidianamente per la salute, il benessere, i diritti e la dignità delle persone.” commenta il Presidente Bertarelli “La crisi economico sociale, inasprita dalla pandemia, che investe il nostro Paese ricade particolarmente sulle fasce sociali più deboli che spesso restano escluse dal sistema assistenziale per via di un welfare nazionale e territoriale inadeguato. La scarsità di risorse e una crisi valoriale che caratterizza questi tempi ci spronano ogni giorno di più a costruire reti e collaborazioni con enti e istituzioni, ad aprire un dialogo che ci veda uniti, sempre nel rispetto dei tratti distintivi di ciascuno, nel sostenere le nostre comunità e nel costruire un futuro migliore per il nostro territorio”.

“Sono lieto oggi di avere l’opportunità di incontrarvi e approfondire la conoscenza di questa Cooperativa.” Interviene il Monsignor Perego “Il modello cooperativo è molto vicino a come noi immaginiamo e realizziamo la nostra presenza sociale. Le persone di cui vi occupate sono le stesse di cui ci occupiamo noi: lavorare insieme è auspicabile e possibile, vedo l’opportunità di costruire collaborazioni anche per garantire la cura spirituale e unire competenze e risorse per gli scopi condivisi qui oggi.”

La visita si è conclusa con l’augurio e il saluto di Monsignor Perego ai circa 60 soci e lavoratori dei servizi generali, che sono impiegati a supporto di tutta la compagine produttiva di CIDAS: oltre1.600 lavoratrici e lavoratori occupati in circa 160 strutture e servizi situati tra Emilia-Romagna, Veneto, Lombardia e Friuli Venezia Giulia.