29/06/2022 Giornata Mondiale del Rifugiato ad Argenta

Il 29 giugno Argenta, Comune che si è sempre distinto per l’impegno nell’accoglienza, celebra la Giornata Mondiale del Rifugiato con una tavola rotonda e un concerto in piazza.

La Giornata Mondiale del Rifugiato è una ricorrenza indetta dalle Nazioni Unite per il 20 giugno, al fine di per commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

A volere fortemente l’iniziativa è stata l’amministrazione comunale, che la realizza in collaborazione con cooperativa CIDAS – gestore dei progetti del Sistema di Accoglienza e Integrazione (SAI) del territorio argentano – assieme a Auser Campotto, Proloco Argenta, CSV Terre Estensi, con la direzione artistica di Arci Ferrara.

Alle 18 presso il Mercato Centro Culturale in piazza Marconi 1 ad Argenta, si tiene la tavola rotonda aperta al pubblico dal titolo “Un mare di accoglienza” alla quale partecipano Andrea Baldini, Sindaco del Comune di Argenta, Rinaldo Argentieri, Prefetto di Ferrara, Francesco Camisotti, responsabile del settore Società e Diritti della cooperativa CIDAS, Giulia Fiore di CSV Terre Estensi, e Valentina Brinis, sociologa esperta di migrazioni e autrice del libro “Come onde del mare”, che racconta una missione di ricerca e soccorso nel Mediterraneo a bordo di una nave di Open Arms.

L’incontro, moderato da Giacomo Bedeschi direttore de La Nuova Ferrara, sarà l’occasione per affrontare la tematica dell’accoglienza dei rifugiati, partendo dalla pluriennale esperienza locale di Argenta, che dai primi anni dell’emergenza profughi fino a quella ucraina, ha saputo farsi carico del dovere di ospitare donne e uomini in fuga dal proprio paese, riuscendo ad integrarne la presenza nella comunità ed incardinarne i bisogni in modo sostenibile, all’interno dei servizi sociali territoriali.
Lo sguardo si amplierà poi all’intera provincia con un aggiornamento sull’attuale situazione in merito a posti disponibili e flussi in arrivo.
La panoramica proseguirà poi allargandosi all’apporto del volontariato, sia quello delle associazioni nei territori, sia quello delle organizzazioni non governative che portano soccorso in mare.

Alle ore 21 la celebrazione della Giornata Mondiale del Rifugiato, si concluderà con il concerto della cantante Ginevra di Marco. L’artista toscana, da sempre attenta e sensibile alle tematiche sociali, ha esordito nel mondo della musica con i C.S.I. al fianco di Giovanni Lindo Ferretti, e ha poi proseguito con una lunga e apprezzata carriera solista, alla quale ha affiancato altre prestigiose collaborazioni tra cui quella con Max Gazzè, con cui condivide un tour nei teatri, Luis Sepulveda e la moglie, la poetessa Carmen Yanez, che ha accompagnato in un reading poetico musicale, e Cristina Donà, assieme alla quale nel 2019 ha vinto il premio speciale del M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) per il progetto discografico realizzato assieme.
L’esibizione – ad ingresso gratuito – che Ginevra di Marco propone in piazza Garibaldi, si intitola “Donna Ginevra e le Stazioni Lunari”, ed è uno spettacolo che ripercorre gli ultimi dieci anni della sua ricerca musicale, volta a scoprire e riscoprire brani della tradizione popolare, dal bacino del Mediterraneo fino alle coste del Sudamerica e oltre.

TAVOLA ROTONDA ore 18:00

CONCERTO ore 21:00

RASSEGNA STAMPA

La Nuova Ferrara – 30/06/2022
La Nuova Ferrara – 29/06/2022
Il Resto del Carlino di Ferrara – 29/06/2022