I cambiamenti climatici riguardano tutti noi

Il 27 settembre 2019 si è tenuta in tutto il mondo una mobilitazione per manifestare ai Governi la preoccupazione di milioni di donne e uomini di ogni età per i cambiamenti climatici in atto.
Si è trattato di un evento senza precedenti al quale noi di CIDAS abbiamo voluto aderire in vario modo, nell’ambito dei servizi che gestiamo. Riteniamo infatti che le tematiche ambientali siano trasversali a qualunque attività che abbia a che fare con la tutela della vita su questo pianeta, quindi anche con il lavoro quotidiano della cooperativa.
Per questo gli operatori del Centro Socio Riabilitativo Diurno per la Disabilità CIDAS Rivana di Ferrara, insieme agli ospiti, hanno sfilato in corteo assieme a tanti cittadini, molti studenti, che hanno aderito alla manifestazione organizzata per le vide del centro il Ferrara il 27 settembre da Fridays For Future.
Per tradurre in pratica quotidiana questo impegno, il personale del Centro coinvolge gli ospiti della raccolta differenziata dei rifiuti. A questo si accompagna inoltre un’attività di informazione ed approfondimento, con la lettura di articoli riguardanti gli effetti dell’inquinamento sul clima e l’osservazione dell’intensità degli eventi atmosferici nella nostra zona (violenti nubifragi alternati a lunghi periodi di siccità). Ci si è inoltre voluti documentare sulla ragazza che ha ispirato questo movimento mondiale, la svedese Greta Thunberg e sull’impegno che sta dimostrando in favore dell’ambiente, pur essendo molto giovane.

Come spiegano gli operatori e gli educatori del Centro:
“Abbiamo capito che non importa essere scienziati o politici per salvaguardare il nostro Paese, ma che ognuno di noi dovrebbe vivere ogni giorno nel rispetto dell’ambiente e del prossimo. Ci siamo così assunti l’impegno di promuovere quotidianamente, e nel piccolo della nostra realtà, la difesa del nostro prezioso mondo. Riteniamo che sia importante intraprendere questa strada unitamente ai nostri ospiti e ai loro familiari per diffondere il messaggio, cercando di creare più possibile una coscienza sociale ed ecologica. Stiamo ideando nuove attività per coinvolgere sempre di più i nostri ospiti attraverso l’integrazione con gli studenti, la scuola e la società. Questi canali di vita pubblica sono per noi davvero molto importanti. Le persone con disabilità non chiedono solo veder di riconosciuti i loro diritti, ma ci tengono anche a svolgere il proprio dovere e sentono la responsabilità che noi tutti abbiamo nella cura per salvaguardare il nostro pianeta partendo dalla piccola realtà e dai contesti della loro quotidianità. Un ringraziamento speciale ai genitori dei nostri ospiti che hanno permesso che si verificasse tutto ciò, dimostrando importante coscienza sociale e fiducia nelle attività del centro”.

Oltre al Centro Socio Riabilitativo, anche la Comunità Educativa di CIDAS Il Melograno di Santa Maria Codifiume ha voluto dare il proprio contributo alla salvaguardia dell’ambiente organizzando “Caccia alla cartaccia” un’attività ludico educativa che ha visto coinvolti i minori e gli educatori della Comunità, assieme ai volontari di Legambiente. Domenica 6 ottobre, per tutta la mattina, il gruppo di bambini e adulti ha ripuliti le vie e piazze principali del paese da cartacce e spazzatura, poi ci si è ritrovati per un pranzo tutti assieme presso il Circolo Isola dei Pescatori.

Il coinvolgimento dei più giovani è indispensabile, perché è soprattutto educando le nuove generazioni ad un approccio più sostenibile e rispettoso verso l’ambiente, che si può pensare di garantire un futuro a loro ed al pianeta.