Ricominciano le attività del Cafè Alzheimer di Portomaggiore

Il 17 gennaio, per chi vive a Ferrara e dintorni è un giorno caro alla tradizione: è il cosiddetto Befanone o Vción, ed è anche il giorno di Sant’Antonio Abate ovvero Sant’Antòni dal busghìn (maiale in dialetto). Segna il periodo dell’anno in cui, sebbene siamo nel cuore dell’inverno, le giornate iniziano ad allungarsi, anticipando il ritorno della bella stagione.
Siccome ci è sembrato benaugurante, abbiamo scelto questo giorno speciale per ricominciare a Portomaggiore il Cafè Alzheimer “Ri-troviamoci al Cafè”, attivo dal 2010 e rivolto ai comuni di Portomaggiore, Ostellato e Argenta e realizzato su mandato di ASP “Eppi Manica Salvatori” nell’ambito del Progetto Regionale Demenze e in collaborazione con il Centro disturbi cognitivi e demenze dell’Azienda USL di Portomaggiore.
Ci si è ritrovati dopo le feste, si è ricordato assieme come veniva celebrata questa giornata nei vari paesi e soprattutto sono ricominciate le merende, che coronano le attività pomeridiane per persone affette da Alzheimer ed i loro famigliari.
Il progetto Cafè Alzheimer di Portomaggiore è rivolto alle persone con disturbi cognitivi ed ai loro familiari e propone azioni progettate e condotte da un’equipe multidisciplinare di esperti. Il contesto in cui si volge è accogliente e informale e garantisce la sicurezza psicologica ed emotiva dei partecipanti. Negli incontri vengono proposte attività quali stimolazione cognitiva, terapia occupazionale e socializzazione, dirette da una psicologa e da un’animatrice sociale. Sono previste inoltre attività per i familiari, condotte da una psicoterapeuta, con incontri di formazione-informazione sulla malattia e spazi di riflessione attraverso l’intervento di esperti come avvocati, assistenti sociali, fisioterapisti, geriatri, infermieri. Il Caffè Alzheimer diventa così uno spazio di confronto e sostegno tra familiari che devono affrontare le medesime problematiche legate alla malattia.
Il progetto prevede 16 incontri nel 2019, circa 2 al mese, e si svolge a Portomaggiore.
Per informazioni su “Ri-troviamoci al Cafè”, si può contattare Elias Becciu coordinatore del progetto, alla mail elias.becciu@cidas.coop o al numero 370 3380505.